Romanina 167. Una densificazione da cancellare.

Il coordinatore della Comunità Territoriale del VII Municipio Maurizio Battisti si dice sconcertato e contrariato dall’annuncio riportato dall’Agenzia ANSA, in cui l’assessore all’urbanistica Giovanni Caudo annuncia l’approvazione di una delibera di Giunta che dà il via ad una “variante urbanistica” per la densificazione di dieci piani di zona sui venti che la giunta Alemanno a suo tempo aveva previsto. Una di queste densificazioni riguarda la 167 di Romanina, al margine della famigerata centralità urbana metropolitana. Trattasi di 355 alloggi per ulteriori 1.100 abitanti, in un territorio già devastato e stressato da un’espansione urbanistica a sud-est di Roma senza senso, senza qualità e servizi adeguati.

“La Comunità Territoriale – ricorda Battisti – già all’epoca denunciò la sua contrarietà a questa ulteriore cementificazione di quella porzione del territorio quasi sotto le pendici di Frascati e dei Castelli romani. Così come espresse parere contrario l’allora X Municipio. All’unanimità della maggioranza di governo di centrosinistra e opposizione di centrodestra”.

“La contrarietà dei cittadini partecipanti, anche qui all’unanimità, fu certificata dai funzionari comunali,  in un’assemblea convocata in Municipio dal Comune di Roma a norma della 37/06, ma di cui, evidentemente, si è persa la memoria nell’amministrazione capitolina. Ci saremmo aspettati – prosegue Battisti – che il nuovo assessore avesse interpellato il territorio prima di procedere a concedere nuove edificazioni in una zona assai delicata che lui conosce benissimo. Avrebbe così scoperto che, mentre dei venti piani di densificazione presentati da Alemanno nel 2011 è irricevibile quello di Romanina, c’era invece quello di Osteria del Curato che poteva essere approfondito e discusso”.

“Non sappiamo inoltre se il Municipio VII è stato, come lo fu l’ex X, interpellato a proposito di questa nuova deliberazione. Sappiamo solo che la commissione urbanistica municipale è in attesa di conoscerla. Comunque, crediamo doveroso che sia il Consiglio municipale che la giunta che la Presidente Fantino tengano conto, in continuità con i deliberati del X Municipio (deliberazione n. 18 e ordine del giorno collegato n. 7 del 23.6.2011), della contrarietà a questa variante, chiedendone la soppressione. Saremmo anche molto cauti – dice infine il coordinatore della Comunità Territoriale – a parlare di alloggi sociali, visti i prezzi a cui vengono vendute le case in 167.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...