Cemento in VII Municipio – Densificazioni Piani di Zona Romanina ed Osteria del Curato.  

Il VII Municipio ha recentemente respinto in aula la proposta proveniente dall’amministrazione centrale di realizzare i due piani di zona 167 ricadenti nel territorio del municipio stesso.
Si tratta specificatamente del Piano di Zona ex lege 167 di Romanina e di quello di Osteria del Curato.
La Comunità Territoriale del VII Municipio, specifica il Coordinatore Battisti, aveva già espresso, in un incontro con l’assessore Caudo, tutte le sue perplessità in merito ad interventi di costruzione edilizia in territori già molto fragili e non dotati di infrastrutture necessarie a sopportare tale ulteriore carico urbanistico ed insediativo.
In tale ottica, esprimiamo soddisfazione per l’unanime presa di posizione del Municipio, soprattutto per le motivazioni addotte, nelle quali ci riconosciamo.
Infatti, sia il Piano di Zona Romanina che quello di Osteria del Curato scontano problemi sia di mobilità che di servizi secondari (vedi ad esempio liste d’attesa nelle scuole di zona); è vero che nelle proposte edilizie l’amministrazione si è preoccupata di calcolare nuovi standard urbanistici, ma non ne ha verificato la sussistenza o la possibilità di attuazione nella realtà materiale. Altrettanto non risulta che, a fronte di un nuovo carico insediativo, vi siano previsioni di miglioramenti della viabilità esistente, già molto deficitaria, o siano stati condotti degli studi sulla sostenibilità ambientale nelle zone in cui si intende costruire.
Nello specifico, prosegue Battisti, si teme che, dal momento che vige ancora il vecchio schema di Convenzione (prorogato di un anno il 19 dicembre scorso, pur con la contrarietà dello stesso Caudo),  non vi sia la tutela legale per governare adeguatamente le trasformazioni urbanistiche. D’altra parte, ci si accontenterebbe che fossero rispettate almeno le istruzioni del Piano Regolatore.
Infatti le norma tecnica, in particolare il comma 12 dell’art. 13, prescrive che l’attuazione degli interventi edificatori sia subordinata alla preventiva o contestuale realizzazione delle opere pubbliche o d’interesse pubblico, con particolare riguardo alle infrastrutture di mobilità previste dal PRG.
Battisti racconta che questi provvedimenti non sono stai quasi mai rispettati nei Piani di Zona attuati a Roma negli ultimi decenni. Sarebbe d’andare a chiedere ai vari residenti che. a distanza di moltissimi anni, ancora non hanno ricevuto i servizi che gli erano stati promessi ed erano previsti quando comperarono la loro casa “su carta”.
Chiediamo quindi, conclude Battisti, che si inizi a pensare allo stanziamento, all’occupazione e al recupero all’interno della città consolidata, a diminuire i costi della collettività e ad offrire maggiori servizi agli abitanti, invece di ostinarsi a costruire in territori già abbastanza fragili, urbanisticamente e ambientalmente parlando, territori fuori dal GRA, quindi con alti costi diretti ed indiretti per l’amministrazione, al solo fine illusorio di fornire servizi, in realtà inesistenti, ai residenti.

Il Coordinatore della Comunità Territoriale del VII Municipio

Maurizio Battisti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...