MUNICIPI SENZA MAFIE, UN ANNO DOPO

mafieMartedì 18 Novembre si è svolta presso il teatro della scuola ex Schweitzer in via Giuseppe Messina 31, nel quartiere Lamaro, l’iniziativa “Municipi senza mafie, un anno dopo”, promossa dal VII Municipio in collaborazione con l’associazione daSud. L’evento è nata dalla necessità di fare un bilancio e discutere le prospettive ad un anno dalla firma da parte dei Presidenti di Roma Capitale del protocollo antimafia.

Il pomeriggio si è aperto con lo spettacolo teatrale “Il coraggio fa…90″ prodotto dal Teatro Kopò, di e con G. Arnone e regia di Claudio Zarlocchi. Alle ore 19 è iniziata la tavola rotonda coordinata da Giuseppe Nobile dell’associazione daSud che ha aperto la discussione descrivendo i risultati del dossier Mamma Mafia che evidenziano come il consenso sociale attorno alle mafie sia realizzato attraverso un sistema di welfare parallelo a quello ormai ridotto dello Stato. La direttrice della scuola elementare, dopo la lettura di una lettera di Peppino Impastato, ha ricordato lo sforzo che si deve compiere per sensibilizzare le nuove generazioni. Il parroco della chiesa di Don Bosco, Don Giancarlo Manieri, ha invece fatto una riflessione rispetto a questo momento di crisi affermando che i giovani da una parte, perche’ tecnologicamente avanzati ma eticamente carenti, e gli anziani dall’altra, preoccupati per il futuro dei loro figli che hanno perso il lavoro, devono essere sostenuti ed aiutati. Alessandro Luparelli della rete territoriale Cinecittà Bene Comune ha contestato la realizzazione delle grandi opere, che favoriscono le infiltrazioni manifiose come la metro c, come la vicina Città dello Sport non ancora completata di Tor Vergata. Ha poi sottolineato l’importanza di iniziative di sensibilizzazione come quella che c’è stata lo scorso 10 Maggio a Largo Appio Claudio contro il gioco d’azzardo ,”Slot Mob”, promossa dall’associazione Libera. ll Presidente del VII Municipio Susi Fantino ha poi ricordato le iniziative promosse dall’ istituzione locale nelle scuole per l’informazione e la sensibilizzazione sul contrasto alle mafie, il sistema informatico di controllo su gli interventi fatti dalle società appaltatrici rispetto ai lavori attivati nelle scuole e l’incarico di consulenza antimafia affidato a Riccardo Lupoli dell’associazione daSud. La parlamentare Celeste Costantino, oltre a ricordare che recentemente sono stati sorprendentemente calcolati all’interno del Pil i guadagni fatti delle mafie, ha ribadito il suo impegno per far applicare l’emendamento approvato dal Parlamento che prevede che il 3% della ricchezza confiscata alle mafie sia destinato al diritto allo studio. In ultimo, la consigliera della Regione Lazio Marta Bonafoni ha illustrato la legge approvata dal consiglio regionale contro il gioco d’azzardo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...