Bloccati i licenziamenti al Policlinico Tor Vergata

immagine policlinicoLa mobilitazione dei lavoratori oss ed ausiliari del Policlinico di Tor Vergata è riuscita a bloccare i licenziamenti. Il piano di rientro dal deficit e alcune direttive regionali legate alla spendin review prevedono infatti tagli agli appalti nella misura che va dal 10 al 15%. In questo caso 70 dei 330 lavoratori oss e ausiliari avrebbero potuto perdere il loro posto di lavoro se non si fossero opposti con determinazione ad un provvedimento che indebolisce ulteriormente un servizio pubblico già sottodimensionato ma in realtà dalle grandi potenzialità. L’ospedale di Tor Vergata ha infatti un bacino di utenza di 450.000 cittadini in una delle aree della città che ha il più alto indice di natalità ma un numero di posti letto nettamente inferiore rispetto a quello previsto dalla legge. Per questo appare assurdo che nell’ospedale ci siano tre torri completamente attrezzate ma inutilizzate, una sala parto mai aperta ed un pronto soccorso non a norma, senza risorse e perciò al collasso. La vicenda dei lavoratori e delle lavoratrici oss e ausiliari, sostenuti dalla rete territoriale Cinecittà Bene Comune, è una questione che quindi si va a sommare alle innumerevoli criticità che colpiscono l’ospedale. La gestione privata della struttura attravrerso una fondazione ha prodotto in questi anni numerose contraddizioni. L’esternalizzazione dei servizi ha causato perdite ed inefficenze. In questo caso non si capisce come la ditta, che riceve un appalto di 27 milioni di euro, non riesca a pagare gli stipendi dei suoi dipendenti che si aggirano in media intorno agli 800 euro mensili. I redditi raggiungono a mala pena i 6 euro l’ora, a fronte dei circa 19 che il Servizio Sanitario paga alla ditta appaltatrice. Dopo tre mesi di presidio in tenda davanti all’ospedale, 4 lavoratori hanno deciso di occupare il tetto della struttura per richiedere un incontro con il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Il Dirigente Generale del Ptv Tiziana Frittelli, nonostante abbia mostrato fino in fondo la sua volontà di effettuare i tagli e non trovare nessuna soluzione possibile per evitare i licenziamenti, è stata costretta dalla pressione della Regione ad incontrare le due ditte appaltarici, quella uscente (l’Arcobaleno) e quella entrante (la Nuova Sair). L’incontro si è concluso con la firma di un documento che stabilisce la salvaguardia dei livelli occupazionali. Il documento è stato poi ratificato dalle sigle sindacali. La protesta si è così conclusa con una vittoria per i lavoratori e le lavoratrici.

Di seguito riportiamo il comunicato stampa rilasciato dalla sigla sindacale Usb:

POLICLINICO TOR VERGATA: USB E LAVORATORI VINCONO LA BATTAGLIA BLOCCATI I LICENZIAMENTI DOPO 3 GIORNI SUI TETTI E 3 MESI DI PRESIDIO

Dopo 3 mesi di presidio in tenda giorno e notte, e gli ultimi 3 giorni sul tetto del Policlinico Tor Vergata, i lavoratori e l’USB festeggiano la battaglia vinta contro i tagli all’appalto ed i conseguenti licenziamenti.

La Regione Lazio e il Direttore Generale del PTV hanno ufficialmente dichiarato che non ci saranno i licenziamenti e tutti i lavoratori transiteranno nella nuova azienda affidataria dell’appalto.

L’attuale appalto per oss e ausiliari del Policlinico è portato avanti da circa 330 lavoratori, con redditi che a mala pena raggiungono i 6 euro l’ora, a fronte dei circa 19 che il Servizio Sanitario paga alla ditta appaltatrice.

In virtù del piano di rientro dal deficit e di alcune direttive regionali erano previsti tagli agli appalti tra il 10-15 %, che al PTV avrebbero comportato, per quanto concerne oss e ausiliari, licenziamenti per circa 70 lavoratori.

Dopo numerosi incontri fra la delegazione USB, la Direzione dell’ospedale e la Regione Lazio, si conclude una prima battaglia, a cui sin da subito si sono uniti i cittadini utenti, organizzati nel movimento “Cinecittà bene comune”, promuovendo varie iniziative di conflitto e solidarietà.

L’USB e i lavoratori confermano la volontà di operare per un fronte comune di tutti i lavoratori degli ospedali regionali per la reinternalizzazione dei servizi.

Roma, 12 dicembre 2104

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...