Archivi del mese: marzo 2015

No al piano di Abete: Mercoledì 1 Aprile lavoratori di Cinecittà e cittadini in presidio davanti ai cancelli degli studi cinematografici

abete

Di seguito riportiamo il comunicato stampa dei lavoratori di Cinecittà Studios che lancia un appello alla mobilitazione, mercoledì 1 Aprile dalle ore 11.30 davanti ai cancelli degli studi cinematografici,  contro il piano di Abete che prevede un progetto di speculazione edilizia e la destrutturazione di tutte le attività produttive.


Mercoledì 1 aprile 2015 dalle ore 11:30 alle ore 14:30 mobilitazione di lavoratori e cinecittadini davanti agli studi di Cinecittà in Via Tuscolana 1055 contro il progetto di Luigi Abete e Diego DellaValle di speculazione edilizia e di destrutturazione di tutte le attività lavorative.

Le produzioni internazionali tornano a girare a Cinecittà e i media ne danno notizia puntando sul confortante e atteso rilancio degli Studios.
La realtà è purtroppo diversa: ci sono lavoratori in cassa integrazione e lavoratori con contratto di solidarietà e il progetto albergo, palestra e annessi vari procede.

Questi imprenditori che stanno distruggendo un luogo di cultura e di competenze professionali uniche devono andarsene.

Durante la manifestazione verrà lanciata la proposta di costituire l’associazione culturale “SALVIAMO CINECITTÀ”.

LA FELICITA’ NON ABITA QUI – Centro Commerciale Happio

happioSta per concludersi uno dei peggiori capitoli nella storia dell’urbanistica romana. Una storia ormai secolare, che pure può vantare una ragguardevole quantità di scelleratezze. Tra strombazzi inaugurali e pacchianerie varie, proprio oggi uno dei gioielli dell’archeologia ferroviaria di fine Ottocento diventa un grande centro commerciale: un altro centro commerciale, l’ennesimo. Ma questa volta non annidato ai bordi della città, bensì incapsulato, incistato nella città storica: circondato da grandi fabbricati d’inizio secolo, affacciato su un’arteria stradale perennemente congestionata. Continua a leggere

SPARTACO RUGBY IN CAMPO PER L’INTEGRAZIONE

foto spartaco rugby

Da alcuni mesi la A.s.d. Spartaco Rugby ha intrapreso un progetto di integrazione con 4 richiedenti asilo. Malik, Lamin, Ibrahim e Ibra sono i nomi dei ragazzi che si stanno allenando da alcuni mesi con la squadra. Originari del Gambia e della Costa D’Avorio, sono dei “richiedenti asilo”, persone che hanno subito persecuzioni o temono, sulla base di fondati motivi, una persecuzione individuale a causa della loro razza, della loro religione, della loro nazionalità della loro appartenenza ad un certo gruppo sociale o delle loro opinioni politiche.

Attraverso lo sport popolare ed in particolare in questo caso con il rugby, inteso come potente strumento di aggregazione, socialità e crescita personale e di gruppo, stanno cercando di dare dignità alla propria vita attraverso il diritto allo sport, allo studio e alla salute.

Sono buoni atleti e dimostrano buona attitudine imparando rapidamente le regole del gioco e lo spirito del rugby. Hanno già indossato la maglia della Spartaco in un’amichevole contro la squadra francese del Le Loch ed uno dei ragazzi ha perfino realizzato una meta.

Il presidente della squadra Aldo Baglioni dichiara: “Abbiamo già sentito la Federazione Italiana Rugby per avviare un percorso che possa portare al tesseramento dei richiedenti asilo politico per poter farli giocare campionato di Serie C.”

Municipio VII: “Nell’anniversario delle Fosse Ardeatine un Flash Mob per ricordare Ornello Leonardi, la più giovane vittima del nostro territorio”

fosse-ardeatineDomani martedì 24 marzo 2015, nel giorno del 71esimo anniversario dell’eccidio delle Fosse Ardeatine, il VII Municipio, in collaborazione con le sezioni Anpi territoriali, Appio e Cinecittà-Quadraro, ricorderà i 335 martiri della strage nazifascista con un flash mob in Via Carlo Denina 42, dove visse il partigiano Ornello Leonardi, la più giovane delle vittime del nostro territorio, che perse la vita nel massacro. Continua a leggere

24 E 25 MARZO ELEZIONI DEGLI STUDENTI ALL’UNIVERSITA’ DI TOR VERGATA

università

AltroAteneo presenta Tamara Capobianco, l’unica donna in corsa fra gli studenti

Gli ultimi mesi hanno visto all’interno dell’Università di Tor Vergata centinaia di studenti mobilitarsi intorno al programma e alla proposta di Altro Ateneo, collettivo universitario nato dall’interazione di singoli studenti e quattro realtà, presenti da tempo all’interno delle diverse facoltà, che si sono contraddistinte nella difesa del diritto allo studio e alla formazione: Link, Fallo Tenico, Adi e i Filosofi. Nelle scorse elezioni del Senato Accademico, Altro Ateneo è riuscita a far eleggere un proprio rappresentante, Francesco Romito, tramite il quale si è riusciti a garantire la proroga per la consegna dell’ISEE, creare una rete di librerie Book Sharing ed offrire un servizio CAAF agli studenti. Il 24 e il 25 Marzo si svolgerà la seconda tornata per le elezioni del Consiglio di Amministrazione d’Ateneo perchè nel primo turno non è stato raggiunto il quorum. Altro Ateneo ha proposto Tamara Capobianco, studentessa fuori sede iscritta alla facoltà di Ingeneria. Come afferma Tamara, l’unica donna in corsa fra gli studenti,“la mia non è l’ambizione di una semplice ragazza, ma quella di chi crede che fare Politica voglia dire cambiare le cose, rendere il posto in cui si vive migliore di come lo si è trovato, di chi crede che il Bene Comune sia sempre superiore ai privilegi particolari. Non dobbiamo inventare nulla. C’è già lì fuori una Tor Vergata migliore, una Tor Vergata che è bella, che ha voglia di fare le cose, che ha voglia di caricarsi sulle spalle la sfida del cambiamento, c’è già una Tor Vergata che è in grado di trasformare il domani. Ed è per questo che abbiamo accettato la sfida di candidarci al Consiglio di Amministrazione del nostro Ateneo.”

Continua a leggere

Conferenza stampa sotto casa di Scilipoti in via Tuscolana 695

conf scilliQuesta mattima la rete territoriale Cinecittà Bene Comune ha indetto una conferenza stampa in via Tuscolana 695 sotto una delle case di Domenico Scilipoti, il senatore protagonista della compravendita di voti avvenuta il 14 Dicembre del 2010 durante il Governo Berlusconi. L’iniziativa ha voluto ribadire pubblicamente che quel giorno si è consumato un grave episodio di corruzione per la vita del Paese nonostante i protagonisti non siano stati giudicati colpevoli. Allo stesso tempo dopo 5 anni arrivano pesanti richieste di condanna per numerosi attivisti, fra cui Nunzio D’erme del centro sociale Corto Circuito, solo per aver espresso la voglia ed il diritto a manifestare contro un’ingiustizia e in difesa della democrazia. Continua a leggere

A MAGGIO, NEL QUARTIERE DI TOR VERGATA, RIPRENDERANNO GLI SCAVI ARCHEOLOGICI NELLE “TERME DEGLI STUCCHI DIPINTI”

scaviNei giorni scorsi la Dott.ssa Ghelli della Soprintendenza Archeologica ha annunciato che il prossimo maggio riprenderanno le attività di scavo archeologico del complesso monumentale delle “Terme degli stucchi dipinti” all’interno del pdz D8 TV2. Nei primi mesi del 2014 è stato infatti rinvenuto un complesso termale romano di 500 metri quadrati, con ogni probabilità collegato ad una lussuosa villa del I secolo, e recuperati pregevoli stucchi dipinti ed elementi decorativi. La scoperta è stata possibile grazie ad un progetto di scavo degli studenti dell’Università di Tor Vergata, condotto in convenzione con la Soprintendenza Archeologica di Roma. Questa volta fortunatamente è stata la “Storia” ad impedire la cementificazione dell’area originariamente destinata all’edilizia residenziale. Il grande valore del ritrovamento ha fatto scongiurare fino a questo momento il pericolo dell’interramento facendo avanzare l’ipotesi che l’area continui ad essere una zona verde. Sul sito si è recata nei mesi scorsi anche l’ex Soprintendente ai Beni archeologici di Roma Mariarosaria Barbera che ha affermato che «nel futuro immaginiamo di rendere fruibile al territorio questa scoperta» attraverso la realizzazione di un parco archeologico creando nuovi posti di lavoro per gli studenti della vicina Università.

Continua a leggere

8 Marzo 2015: la Casa delle Donne del VII Municipio “Lucha y Siesta” festeggia 7 anni di attività

lucha

Questa domenica 8 Marzo, in occasione della Giornata Internazionale della donna, la Casa delle Donne del VII Municipio “Lucha y Siesta” festeggerà i suoi 7 anni di attività e servizi rivolti al territorio e alla città. Quest’anno la festa avrà come tema la rivoluzione Curda nel Rojava e la Resistenza delle Unità di Difesa delle Donne Ypj. Lucha y Siesta ha lanciato il primo appuntamento la mattina per la partecipazione al corteo cittadino “Donne vita libertà” con partenza alle ore 10 da Viale Ostiense 137b. Alle ore 19.30 ci sarà l’apericena in via Lucio Sestio 10 e l’Inaugurazione del punto NoMacero nella biblioteca autogestita BibLyS. Alle 20.30 ci sarà la proiezione del documentario “Primavera in Kurdistan” di S. Savona. Nella serata a partire dalle 22.00 ci sarà il concerto live del gruppo musicale Garbasamba (bossanova, samba, funky, reggae). A seguire djset con De Fomentibus (Outranational musi) e Dj Ramirez (Boom selection R&B funky & more).

Continua a leggere

III° CONCORSO LETTERARIO “ROBERTO SCIALABBA”-LA PREMIAZIONE

In memoria di Roberto Scialabba

Proprio in queste ore di redazione dell’articolo veniamo a conoscenza della scomparsa di Paolo Morettini, partigiano, che a questa iniziativa aveva aderito negli anni scorsi con entusiasmo e passione.

Lilina è una bambina dall’argento vivo, il suo desiderio più grande è quello di raggiungere suo fratello maggiore in montagna e combattere come lui i fascisti. Questa bambina è la protagonista dell’originale storia a fumetti “Lilina Partigina” che, con rara delicatezza, parla della Resistenza.
Questo particolare lavoro è uno dei tre vincitori della 3.a edizione del Concorso letterario “Roberto Scialabba”, ed è stato realizzato da due giovanissimi studenti del Liceo Scientifico “T. Gullace”, come le altre due opere selezionate per il premio, una poesia e un racconto illustrato, firmate da una prima classe.
La premiazione si è svolta lo scorso venerdì 27 febbraio nella Sala Teatro dell’Istituto “J. Piaget”, situato nelle vicinanze di P.zza Don Bosco, che nel 1978, nella notte del 28 febbraio, fu luogo dell’assassinio commesso da alcuni appartenenti ai NAR, di un giovane di appena 24 anni, Roberto Scialabba, simpatizzante di Lotta Continua, un ragazzo nato e cresciuto nel quartiere di Cinecittà.

Continua a leggere

Sabato 7 Marzo presso il Comitato Spontaneo via Eudo Giulioli arriva l’iniziativa “Spiazziamoli”

Sabato 7 Marzo il Comitato spontaneo via Eudo Giulioli ospiterà presso i suoi locali e nel piazzale adiacente l’iniziativa “Spiazziamoli!-50 piazze per la democrazia e contro le mafie”

image-0001(1)La due giorni, che nasce a partire dallo scandalo di Mafia Capitale, si propone numerosi obiettivi fra cui: rompere il silenzio sulle mafie ed aprire una discussione pubblica sul futuro della città, promuovere la trasparenza, costruire un nuovo welfare a partire dal reddito, promuovere i diritti sociali e civili come antidoto al ricatto dei clan, liberare i quartieri dalla droga che arricchisce i narcotrafficanti, vincere la corruzione, contrastare la speculazione edilizia, avviare un vero decentramento amministrativo, riutizzare a fini sociali e culturali vi beni confiscati e pubblici inutilizzati, avviare il ricambio delle classi dirigenti, promuovere una nuova stagione di idee e progetti per Roma.

La rete territoriale Cinecitta’ Bene Comune, l’Associazione Libera, l’Associazione Da Sud e la Rete Cinest hanno così aderito all’iniziativa proponendo per Sabato 7 una “piazza” che sarà ospitata dal Comitato Eudo Giulioli proprio in un quadraante del nostro territorio che soffre quotidianamente del degrado e della solitutine in cui sono abbandonate gi innumerevoli quartieri periferici della città di Roma. Si parte alle ore 15 con il riciclogiocando ed una lezione gratuita con delle dimostrazioni di danze popolari. Alle ore 16 ci sarà lo spettacolo degli artisti di strada della Murga argentina Los Adoquines e alle ore 16,30 musica dal vivo con la band “Cataranta”. Alle 17,30 ci sarà un dibattito sul libro “Expopolis”, che affronta tutti gli scandali legati agli illeciti commessi nella realizzazione dell’Expo, e alle 19 si concluderà con l’aperitivo ed il reading teatrale “Il giorno della civetta” di Sciascia. L’iniziativa si sposterà poi alle 21 presso la chiesa san Giuseppe Moscati dove si terrà la proiezione di una puntata della serie tv Gomorra “La scheda bianca”.

Continua a leggere