Archivi del mese: aprile 2015

Municipio VII; Fantino: “Oggi abbiamo evitato l’ennesimo sfratto di una donna con tre bambini. Servono risposte immediate per superare l’emergenza abitativa”

susiDi seguito riportiamo il comunicato stampa rilasciato Lunedì 27 Aprile dal Presidente del VIIMunicipio Susi Fantino.

“Questa mattina, l’ennesimo sfratto per morosità nel VII Municipio avrebbe dovuto colpire Federica, una giovanissima donna disoccupata con tre bambini, dagli 8 mesi ai due anni: il secondo accesso in soli 20 giorni. Solo grazie all’intervento in loco dell’Assessore alle Politiche Sociali Municipale, dell’Agenzia dei Diritti del VII Municipio e ai cittadini presenti, si è riusciti a ottenere una piccola proroga di un mese, termine entro il quale le Forze dell’Ordine agiranno, costringendo Federica all’uscita definitiva del piccolo appartamento, sito in zona Vermicino”. E’ quanto dichiara in una nota il presidente del VII Municipio di Roma Capitale Susi Fantino.

Continua a leggere

25 Aprile: Festa della Liberazione al Parco degli Acquedotti

25La rete territoriale Cinecittà Bene Comune ha organizzato anche per quest’anno la consueta festa della Liberazione al Parco degli Acquedotti, presso l’area giochi di via Lemonia, dalle 10 di mattina fno al tramonto. La festa sarà l’occasione, a distanza di 70 anni, per far rivivere e rinterpretare, alla luce dei cabiamenti che hanno investito la società attuale, i valori della Resistenza alla base della nostra democrazia.

Il programma della giornata ha inizio alle ore 10 con il progetto Semi Urbani, creato dal Gruppo d’acuisto del VII Municipio e attivo ogni sabato a Largo Spartaco, che ha come obiettivo la promozione di un’economia alternativa e sostenibie rispetto alle contraddizioni generate dalla grande distribuzione. Si prosegue alle 10.30 conle lezioni gratuite di sport popolare: boxe, rugby per bambini, autodifesa, capoeira, kick boxing, taekwondo, taijiquan, pilates funzionale, may boran, tree climbing.

Alle 11.30 ci sarà la presentazione del giornale “la R(i)pubblica”, un’aggiornaento da parte della rete sul percorso intrapreso a partire dal corteo sulla Tuscolana del 14 Novembre scorso che ha come obiettivo la creazione di nuovi posti di lavoro a partire dai siti produttivi e in disuso del VII Municipio, una serie di interventi al microfono da parte delle realta’ lavorative del territorio che si trovano in difficoltà e stanno lottando per non perdere il posto di lavoro.

Alle 13 il parco degli Acquedotti vedrà la’arrivo dei cittadini-ciclisti del settimo Biciclettari, associazione che si batte per la mobilità sostenibile. A seguire ci sarà il pranzo sociale e alle 15 due gruppi musicali dal vivo: Ilha Brasil (musica brasiliana) e Sibbenga Sunamu (pizzica e taranta da Salerno). Alle ore 17 ci sarà poi lo spettacolo degli artisti di strada della Murga Los Adoquines de Spartaco. Per tutto il giorno si acsolterà musica  con i resident djs del csoa Spartaco.

Inoltre verrò allestito un gazebo dove si raccoglieranno le firme per il potenziamento e l’ampliaento del Policlinico Tor Vergata.

Il centro sociale Corto Circuito compie 25 anni

corto1Il 21 aprile il centro sociale Corto Circuito di via Filippo Serafini, nel quartiere Lamaro di Cinecittà, festeggerà i suoi 25 anni di attività. Storico centro sociale romano, il Corto Circuito è una realtà autogestita che ha svolto in questi anni un grande lavoro di costruzione del tessuto sociale in un quartiere periferico della città, diventando presto un punto di riferimento per i giovani e meno giovani del territorio. Nonostante questo è attualmente sotto attacco perchè sostanzialmente le istituzioni di Roma Capitale non se ne riconoscono il valore sociale ma gli attivisti del centro sociale stanno cercando, faticosamente a causa dell’incompetenza delle istituzioni e della mancanza di volontà politica da parte della maggioranza dell’amministrazione comunale di salvaguardare quel patrimonio politico e sociale fondamentale per Roma, creato nel corso di un quarto di secolo. Sono state quindi organizzate 5 giornate, non solo di festa ma anche di discussione e cultura, fra il 21 e il 24 Aprile. All’interno del programma segnaliamo il dibattito di Martedì 21 aprile alle ore 17.30: “Bilancio di un quarto di secolo di lotte sociali: dal laboratorio politico Corto Circuito per immaginare un futuro contro ogni destra, fuori dal centro sinistra”. Durante le 5 giornate, oltre alle proiezioni e la musica dal vivo, saranno allestite mostre fotografiche, banchetti informativi (NO EXPO, STOP TTIP. ACAD), mercatini artigianali ed un banchetto antiproibizionista a sostegno delle spese legali.

Per leggere il programma completo: https://www.facebook.com/events/1403814499936088/

No alla “Buona scuola” del Governo Renzi-assemblea pubblica mercoledì 22 ore 17.30

10985415_359222327595888_2894270260753648846_n (2)Di seguito riportiamo l’appello della rete territoriale Cinecittà Bene Comune che indice l’asseblea pubblica del 22 Aprile sul tema della scuola.

Diffondiamo la LIP, contrastiamo il RAV ed il Progetto 0-6, boicottiamo i test Invalsi e ripubblicizziamo la formazione universitaria

Assemblea Pubblica mercoledì 22 aprile  ore 17,30 presso l’Istituto Jean Piaget, in Via Nobiliore,79/A

La rete territoriale Cinecittà Bene Comune, in seguito all’assemblea pubblica del 24 febbraio, ha intrapreso una campagna di sensibilizzazione per promuovere in particolar modo la diffusione della LIP (Legge di iniziativa popolare),l’opposizione alla “Buona scuola”, il contrasto al RAV (Rapporto Auto Valutazione) e al progetto 0-6, il boicottaggio dei test Invalsi e per la ripubblicizzazione della formazione universitaria, rispetto alla quale il processo di privatizzazione è già in stato avanzato. Per questo, oltre a sostenere tutte le iniziative che esprimono un secco NO alla “Buona scuola”, come l’assemblea nazionale degli Autoconvocati del 12 aprile, la manifestazione nazionale del 18 aprile del personale della scuola e lo sciopero del 24, è stata indetta una seconda assemblea che si terrà il 22 aprile presso l’Istituto Jean Piaget, in Via Nobiliore 79/a, alle ore 17,30. Sono stati invitati ad intervenire rappresentanti delle istituzioni, dei sindacati e degli studenti e rivolgiamo un appello alla partecipazione di insegnanti, famiglie, associazioni, studenti, forze politiche e sindacali.

Rete Territoriale Cinecittà Bene Comune

CRONACHE DELLA MEMORIA: UN FILM SUL PARTIGIANO PAOLO MORETTINI

paoletto (2)SABATO 18 E DOMENICA 19, DURANTE LE CELEBRAZIONI PER “Q44”, IL 71° ANNIVERSARIO DEL RASTRELLAMENTO DEL QUADRARO, FILM, DIBATTITI E LA MOSTRA “MANIFESTA RESISTENZE” PRESSO LA GALLERIA D’ARTE GARAGE ZERO

Quest’anno il 17 Aprile si celebra il 71° anniversario del rastrellamento del Quadraro, una pagina tragica e allo stesso tempo eroica di questo territorio e dell’intera città che portò al conferimento nel 2004 della medaglia d’oro al valore civile. L’operazione Balena, che causo’ la deportazione nei campi di concentramento tedeschi di 947 uomini, nacque dalla volontà di piegare la resistenza in quest’area della città considerata covo di partigiani, di renitenti alla leva, di sabotatori e di oppositori al regime. Sono molte le iniziative in programma ma vogliamo ricordarne una in particolare: la proiezione di un film documentario che ha come protagonista il partigiano Paolo Morettini, il 18 Aprile presso la galleria d’arte contemporanea Garage Zero in via Treviri. L’iniziativa ha come obiettivo quello di ricordare “Paoletto” (questo era il suo nome di battaglia), figura storica del nostro territorio che purtroppo ci ha lasciato da poco più di due mesi.

Continua a leggere

Venerdì 17 Aprile iniziativa per impedire il licenziamento dei lavoratori di Caf Italia-Assifer

foto angelo17Di seguito riportiamo l’appello dei lavoratori Fiom delle società Caf Italia e Assifer, operanti nel deposito Atac di Osteria del Curato, che invita a partecipare all’iniziativa che si terrà Venerdì 17 Aprile presso la Sala Rossa del VII Municipio a partire dalle ore 9.30. L’iniziativa, a cui parteciperanno la Filt-Cgil, la Fiom Regionale, la Fiom Roma Col, la rete territoriale Cinecittà Bene Comune e i delegati dei direttivi e Rsu Fiom del territorio romano, ha l’obiettivo di bloccare i licenziamenti dei lavoratori. Inoltre sono state invitate a partecipare anche le istituzioni municipali e comunali.

Da settimane i lavoratori di Caf Italie e del sub-appalto Assifer stanno lottando per non perdere il posto di lavoro. Sono 50 tecnici speializzati che si occupano della manutenzione dei trenidella metropolitana di Roma e della linea Roma.Lido. Sono 50 lavoratori finora in appalto di cui nessuno né Atac, né il Comune di Roma, né la Regione Lazio sembra volersi occupare. Atac intende internalizzare le attivitàsvolte da questi lavoratori ma non si preoccupa di lasciare fuori i lavoratori che fino ad oggi quelle attività le hanno svolte con dedizione. Inoltre Atac, mancando della professionalità è giàpronta a dare in appalto pezzi di manutenzione che i lavoratori Caf svolgevano interamente. Questa vertenza non può continuare ad essere solo un problema dei lavoratori impattati: è un prblema di tutti, dei cittadini, della politica, degli esponenti del Comune e della Regione. Per questo si realizzerà una giornata di coesione sociale, insieme alla Fiom-Cgil aprendo la problematica dei lavoratori Caf Italia-Assifer ad altri lavoratori, associazioni, rappresentanti istituzionali allo scopo di creare intorno alla loro vertenza una rete di lotta, di confronto e di sostegno attivo per impedire il licenziamento dei lavoratori.

L’associazione La Lotta Continua, in occasione del 25 aprile, promuove il convegno “Ragazzi dell’Europa” al Liceo Scientifico Gullace

sala-liceo-GullaceDurante l’incontro saranno premiati gli studenti del Liceo Teresa Gullace Talotta vincitori del concorso letterario ” Roberto Scialabba ” a cura del Centro Sociale Spartaco e letti alcuni brani tratti dal Manifesto di Ventotene e Lettere di condannati a morte della Resistenza Italiana.

Lunedì 13 Aprile 2015, dalle ore 10.15 alle 13.15 presso il Liceo Scientifico Gullace sito in piazza dei Cavalieri del Lavoro 18, l’associazione “La Lotta Continua” promuove il convegno “RAGAZZI DELL’ EUROPA”. L’iniziativa, nata in occasione della celebrazione del 25 aprile 2015, ha come obiettivo stimolare fra le nuove generazioni la discussione ed il confronto su cosa significhi oggi essere un cittadino europeo, quali sono i diritti e i doveri dei popoli del “vecchio continente” legati fra loro da una storia ed una cultura comune. I ragazzi e le ragazze del Liceo Gullace saranno quindi i veri protagonisti di questa lezione di storia ed educazione civica che parte dalla necessità di andare a riscoprire, proprio a partire dalla resistenza al dominio nazi-fascista, i veri valori alla base della costruzione dell’Europa unita. Parteciperannono al covegno Richard Ambrosini, Docente di Lingua e Letteratura inglese all’Università di Roma Tre, Eugenio Melandri, Direttore dell’ Associazione Solidarietà internazionale, Vincenzo Calò, Coordinatore ANPI Lazio, Loris Antonelli, Assessore alle Politiche Educative, Scolastiche. Giovanili e Formative del VII Municipio di Roma, Fabrizio Fantera, Docente Inglese Liceo Morgagni, gli insegnanti e gli studenti del Liceo Gullace, del Liceo Morgagni, del Liceo di Pomezia. Coordinerà la lezione Remo Marcone dell’ Associazione La Lotta Continua.

APPROVATE DAL CONSIGLIO MUNICIPALE 2 RISOLUZIONI PROPOSTE DALLA COMUNITA’ TERRITORIALE

scomputoDi seguito riportiamo il comunicato stampa rilasciato dalla Comunita’ Territoriale (rispetto alla quale nel fondo dell’articolo potete trovare l’elenco dei comitati e delle associazioni che ne fanno parte) in seguito alle 2 risoluzioni approvate dal Consiglio del VII Municipio sulle opere a scomputo e i consorzi.

In seconda convocazione il Consiglio Municipale approva le due risoluzioni che non era stato possibile discutere il 31 marzo.

Oggi, 9 aprile 2015, riunitosi in seconda convocazione il Consiglio del VII Municipio ha approvato alla unanimità le due risoluzioni che impegnano Giunta e Presidente ad attivarsi affinchè vengano riattivati i piani particolareggiati per le zone O decaduti (Gregna S Andrea) e alla definizione dell’iter per quelli in attesa di approvazione definitiva (Romanina e Ponte Linari). Inoltre si impegna la Giunta e la Presidente ad attivarsi per rendere più trasparenti e condivise con il territorio e con il Municipio le opere a carico dei consorzi per opere a scomputo.

Durante la seduta di Consiglio, la cui registrazione audio-video sarà a breve disponibile, abbiamo richiesto un personale impegno di tutti i consiglieri presenti, secondo un logico modello di coerenza che vorrebbe gli atti politico-amministrativi sempre direzionati alla attenzione del bene pubblico e delle esigenze del territorio.

Ci è sembrato doveroso sottolineare come i Consorzi Opere a Scomputo, nati secondo una condivisbile logica abbiano poi perso quasiasi aderenza con il territorio divenendo centri di lobby politico economica.

Alcuni ultimi episodi hanno messo bene in evidenza quanto da noi sostenuto, tanto che sia il Sindaco Marino che l’Assessore Pucci hanno dovuto ammettere durante una recente assemblea pubblica che il tema è delicato e che infatti si sta lavorando ad una nuova regolamentazione dei Consorzi stessi, Prima di loro, sempre durante una pubblica assemblea, il Vice Sindaco Nieri aveva affermato che era ormai evidente che sul tema dei Consorzi c’era “qualche problema”.

Ringraziamo i consiglieri che hanno, al di la della normale dialettica politica, capito la delicatezza dei temi oggetto della odierna seduta consiliare e che hanno compattato le forze politiche presenti. In particolare ringraziamo quella parte dei consiglieri del gruppo del PD che, dopo aver dichiarato la loro volontà di astenersi dal voto, hanno invece, molto opportunamente, votato favorevolmente alle due risoluzioni in oggetto. Inoltre un particolare ringraziamento va a tutti i consiglieri di opposizione presenti che, intelligentemente, non hanno “cavalcato” quella che sarebbe stata una facile polemica ma si sono invece attenuti alle questioni di merito e non di metodo (anche se un consigliere ha dichiarato di preferire il secondo al primo. Sigh!).

Ora però bisognerà “dare la gambe” a questi atti affinchè non restino fogli di carta. In tutto questo noi continueremo a chiedere trasparenza e condivisione, soprattutto quando si tratta di soldi pubblici e di interessi altrettanto pubblici. Siamo confortati dall’avere nel VII Municipio un alleato.

Ci resterà il dubbio del motivo per il quale due risoluzioni che oggi sono apparse totalmente condivise non sia stato possibile discuterle e licenziarle già nella seduta del 31 marzo.  Ma questa è un’altra storia….

Il Coordinatore della Comunità Territoriale del VII Municipio, Maurizio Battisti

Continua a leggere

9-10-11 Aprile “Boomerang Fest” a Largo Spartaco

locandina-boomerang-festLa cultura ritorna a Largo Spartaco con il Boomerang Fest. Giovedì 9, Venerdì 10 e Sabato 11 la piazza sara’ animata da spettacoli teatrali, interventi aristici e visioni di autoproduzioni culturali.

“Boomerang Fest-Un urlo vi seppellirà” è un festival, promosso dall’associazione Crixus, che nasce dalla consapevolezza che il linguaggio dell’arte di strada possa rappresentare uno strumento di riscatto per una comunità,  come quella dell’Ina Casa Quadraro, quotidianamente alle prese con innumerevoli problematiche come la precarietà come condizione costante, il dilagare dei divieti e delle restrizioni, la mancanza di spazi per l’espressione e l’arte.

Di seguito riportiamo il programma delle iniziative che abbiamo ottenuto andando sul blog:

https://boomerangfestproject.wordpress.com/

Continua a leggere

7 Aprile 1944: la battaglia del Monte Tancia. L’appuntamento è il 12 Aprile per celebrarne il 71° anniversario

escursione tanciaGli organizzatori invitano chiunque ne abbia voglia, realtà sociali e politiche, personalità e singoli, a sostenere e partecipare all’iniziativa. L’appuntamento è alle ore 10 di domenica 12 Aprile presso la piazza di Poggio Mirteto.

Ricorre quest’anno il 71mo anniversario della battaglia del Monte Tancia, una tappa ormai fondamentale nell’ambito delle tante iniziative incentrate sulla memoria storica e sull’antifascismo che caratterizzano il periodo primaverile nella città di Roma.

Il 7 Aprile del 1944 il Monte Tancia, nei dintorni di Poggio Mirteto, fu teatro di una durissima battaglia tra le forze della resistenza e quelle nazi-fasciste. Sul luogo, nel corso dei mesi immediatamente precedenti, alle forze partigiane sabine se ne erano aggiunte altre provenienti da Roma, al punto da renderlo in breve tempo uno dei capisaldi della resistenza romana e laziale. Proprio per questo fu oggetto di un attacco in grande stile da parte di reparti nazisti e fascisti: all’alba del 7 Aprile un’intera divisione di soldati dell’Asse cominciarono a stringere un cerchio di morte intorno al nucleo partigiano.

Continua a leggere

VIALE ANTONIO CIAMARRA: I PALAZZI TREMANO A CAUSA DEGLI SCARICHI DEI SUPERMERCATI

scarico[1]

I cittadini raccolgono le firme per richiedere l’intervento delle autorità competenti affinché si ripristinata immediatamente la sicurezza e la salute pubblica

Sono alcuni mesi che le vite dei condomini di viale Antonio Ciamarra 255 sono stravolte a causa delle operazioni di scarico e carico merci effettuate dal supermercato Carrefour che si trova nei locali del piano terra del palazzo. Precedentemente lo scarico veniva svolto in via Francesco Gentile ma è stato poi spostato in seguito ad una decisione dei vigili urbani che, dietro segnalazione, sono intervenuti constatando che non solo le operazioni di scarico e carico merci sono state effettuate per anni senza nessun tipo di autorizzazione ma che oltretutto l’uscita degli automezzi in contromano dal supermercato andava incontro al divieto del codice della strada. Per questo è stata rilasciata ua determinazione dirigenziale che ha autorizzato lo scarico e carico cul versante opposto del palazzo, quello di viale Antonio Ciamarra. Questa decisione ha causato però innumerevoli problematiche fra cui la staticità (e’ infatti vietato transitare con automezzi,carrelli motorizzati, ecc sui percorsi pedonali antistanti i negozi e sul piano portico che fra l’altro è un solaio a copertura dei posti macchina sottostanti e perciò fragile e a rischio crollo se si esercita su di esso una pressione troppo elevata, “E’ come un terremoto! Si ha la senzazione che il palazzo incominci a tremare tutte le mattine alle 6.45”-inquilino del condominio), l’inquinamento acustico causato dal passaggio dei tir ed carrelli ogni ora del giorno sullo spiazzale fatto di mattonato, il pericolo viabilità con le merci scaricate in strada, il pericolo igienico causato dai rifiuti organici lasciati a cielo aperto dove vi è il passaggio pedonale, il non rispetto degli orari di scarico. Ma l’elemento che fra tutti lascia più perplessi è il posizionamento dei tir sul marciapiede antistante il supermercato. Nel fare questa manovra infatti non si fa altro che ripetere l’infrazione per cui il l’ufficio tecnico dei Vigili Urbani ne ha impedito lo scarico in Via Gentile. Per queste ragioni i condomini si sono organizzati facendo una raccolta firme che è stata protocollata presso il VII gruppo dei Vigili Urbani, i Vigili del Fuoco di via Scribonio Curione e l’Arpa(Agenzia regionale per il rispetto dell’ambiente) di via Saredo. L’iniziativa nasce dall’esigenza di richiedere l’intervento immediato delle autorità competenti per il ripristino della sicurezza e della salute pubblica.

Questo è uno dei tanti casi che si vivono nel territorio del VII Municipio, e più in generale nella città di Roma, nel quale i diritti della persona sono sacrificati rispetto a quelli del profitto privato. Supermercati di questo genere, progettati più di 35 anni fa, non sono più compatibili con la vita delle persone e per questo dovrebbero essere spostati e ricollocati in aree e strutture apposite.

Parte la raccolta firme per un Policlinico di Tor Vergata funzionante, efficiente, pubblico e al servizio dei cittadini!

policlinico firmeMartedì 30 Marzo le reti territoriali Cinecittà Bene Comune del VII Municipio e Le Torri Bene Comune del VI Municipio hanno lanciato una raccolta firme affinché sia ripubblicizzata e rilanciata la funzione pubblica del Policlinico di Tor Vergata. Gli ultimi mesi hanno di fatto messo in luce numerose problematiche come quella dei lavoratori ausiliari e socio-sanitari, che sono riusciti attraverso un presidio durato più di tre mesi e la successiva occupazione del tetto dell’ospedale a scongiurare il licenziamento, o quella degli studenti della vicina Università ai quali viene negato un facile accesso ai servizi ospedalieri. Il Rettore Novelli e la Fondazione privata che gestisce l’ospedale stanno infatti tentando di indirizzare le risorse pubbliche verso la ricerca scientificha, in funzione delle grandi industrie farmaceutiche, tutto ciò a discapito del servizio ospedaliero.

La prima mattinata trascorsa davanti all’entrata dell’ospedale ha rappresentato un autentico successo: centinaia di cittadini, nonostante fossero presi dalle proprie vicessitudini personali, si sono soffermate ad ascoltare le ragioni delle reti territoriali ed hanno firmato in moltissimi la raccolta firme. Ciò dimostra il grande malessere a cui sono sottoposti gli utenti e l’enorme consenso che c’è rispetto alla volontà di rilanciare la funzione pubblica dell’ospedale.

Ogni 15 giorni sarà così allestito un banchetto davanti all’ospedale per raccogliere le firme ed inoltre è stato lanciato un appello alle altre associazioni e realtà del territorio affinché si uniscano anche loro alla protesta raccogliendo le adesioni nelle loro sedi o durante le iniziative pubbliche da loro promosse. Gli organizzatori dell’iniziativa hanno poi stabilito che la raccolta firme terminerà a 60 giorni dal suo lancio. Al termine sarà indetta una mobilitazione per consegnare le firme al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e alla Direttrice Generale del Policlinico Tiziana Frittelli. Di seguito riportiamo il comunicato rilasciato dalle realtà territoriali.

Continua a leggere