L’OFFICINA POPOLARE RIPRISTINA LA TARGA IN MEMORIA DEL RASTRELLAMENTO DEL QUADRARO

parco 17 aprile 44L’Officina Popolare ha ripristinato gratuitamente la targa del monumento che ricorda il rastrellamento del Quadraro all’interno del parco 17 Aprile 44 a Monte del Grano in Piazza dei Tribuni. La targa era stata divelta da un atto vandalico qualche giorno fa. L’azione di ripristino fa parte di una lunga lista di interventi che l’Officna Popolare garantisce al territorio da quando ha aperto la sua attività in viale san Giovanni Bosco 65. L’officina infatti è costituita da un gruppo di disoccupati del quartiere, ultra cinquantenni, che da circa un anno si è rinserita nel mondo del lavoro grazie all’apertura di un negozio di proprietà di un ente previdenziale da anni abbandonato e alla realizzazione di una vera e propria officina di fabbri, dove oltre ad usare la saldatrice con grande esperienza e maestria, si effettuano lavori di idraulica e di piccola edilizia. L’intervento di manutenzione è stato apprezzata anche dal Presidente del VII Municipio Susi Fantino che in un comunicato dichiara:

Grazie! Grazie ai lavoratori dell’Officina Popolare è stata ripristinata al Quadraro la targa commemorativa in memoria del rastrellamento nazifascista del 17 aprile 1944 ai piedi del Mausoleo del Monte del Grano, in piazza dei Tribuni, che pochi giorni fa era stata brutalmente vandalizzata. Il ricordo del rastrellamento nazifascista, quando all’alba del 17 aprile 1944 circa 1000 persone furono rastrellate del quartiere,  arruolate come “operai italiani volontari” e deportate in Germania e in Polonia, non è una semplice ricorrenza per gli abitanti del Quadraro, ma il segno di apparenza di un’intera comunità che ad oltre 70 anni di distanza continua a tenere alti i valori dell’antifascismo e della solidarietà. Per questo ringraziamo l’Officina Popolare di viale san Giovanni Bosco, per essere intervenuta gratuitamente e volontariamente, impedendo che il gesto ignobile di qualche vigliacco deturpasse il ricordo di chi ha combattuto ed è morto per la nostra libertà”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...