L’ARIA DI CINECITTA’ E’ IRRESPIRABILE I livelli superano la soglia stabilita dalla legge quasi del doppio conquistando il primato peggiore della città

Il limite stabilito per i Pm10 è di 50 ma la colonnina di via Belloni a Cinecittà arriva a toccare i 96 segnando una vera emergenza ambientale
maschera antismogSono giorni che le colonnine di rilevamento dell’inquinamento dell’aria condotte dall’Arpa , ente preposto dalla Regione Lazio per il rilevamento della qualità dell’aria, costringono con dati catastrofici le amministrazione a prendere provvedimenti, tipo la circolazione delle automobili con targhe alterne, per la riduzione delle polveri sottili Pm10 e Pm2,50. Le nano polveri sono letali per l’organismo e la salute delle persone e si sono diffuse in questo frangente a causa della lunga siccità che ha caratterizzato da più di un mese il clima della città restituendoci un Dicembre tra i più caldi e meno piovosi della storia della capitale. La zona di Cinecittà risulta la più colpita dal fenomeno con dati enormemente allarmanti.

Ma scoprire dove vengono rilevati questi dati così preoccupanti ci fa capire quanto la situazione ambientale sia ancora più grave , una vera e propria emergenza ambientale pericolosa per la salute dei cittadini. Le dichiarazioni uscite sui giornali, si rifanno ai dati raccolti dalla colonnina di rilevamento dei dati della zona di Cinecittà, situata in via Belloni 30, all’interno di un giardinetto di una scuola. Tale colonnina è situata i una via poco conosciuta nel quartiere e che nasconde una amara sorpresa che sa di presa in giro. Infatti via Belloni è una stradina a senso unico tra via Tuscolana e via Palmiro Togliatti , senza portoni, poco frequentata dal traffico automobilistico, con pochissime macchine parcheggiate rispetto alla stragrande maggioranza delle strade del VII municipio, senza essere aggravata dal passaggio dei mezzi dell’AMA perché priva di cassonetti, senza il passaggio di alcun mezzo pubblico di trasporto, costeggiata da pochissime abitazioni, da un istituto e da una scuola. Via Belloni è per giunta chiusa al traffico una volta a settimana per un mercato locale di ambulanti. Insomma ci troviamo di fronte ad una strada non solo poco rappresentativa rispetto al traffico di via Tuscolana e ad altre zone del quadrante ma nonostante questo, i dati rilevati dalla centralina dell’Arpa superano vertiginosamente i limiti consentiti dalla legge. Cosa capiterebbe se la colonnina fosse messa su via Tuscolana davanti alla fermata della metro Subaugusta o Giulio Agricola ?
Un ipotesi è quella che ci sia la volontà di fare in modo di tenere bassi i livelli di inquinamento più che in altre zone di Roma. Infatti a Cinecittà oltre ad esserci un traffico automobilistico tra i più invasivi di Roma ed oltre a subire un considerevole inquinamento dovuto ai riscaldamenti domestici, vista la popolosità del quartiere, l’area è anche il cono di atterraggio dei voli destinati al vicino aeroporto di Ciampino. Il traffico durante i periodo di vacanze aumenta vertiginosamente e già Legambiente riscontrava 10 anni fa, analizzando il terreno del Parco degli Acquedotti di via Lemonia, che i livelli di Pm10 superavano di 6 volte i limiti stabiliti dalla legge. Altri studi dimostrano che il passaggio di un aereo di quelli che usano Ryanair per i voli low cost raggiunge un impatto ambientale ogni volta che passa sopra le nostre teste pari a 2000 automobili messe insieme. Insomma a Cinecittà sembra che si intreccino e si sovrappongano diverse fonti di inquinamento da polveri sottili Pm10 e che ci sia un sistema di monitoraggio e di raccolta dati poco esaustivo.
Da anni i comitati di quartiere e i movimenti per i beni comuni e l’ambiente cercano di fornire nuovi modelli di sviluppo del territorio, propongono una mobilità sostenibile che incrementi il trasporto sui mezzi pubblici utilizzando il ferro e le ciclabili, da anni si battono per la riduzione del traffico aereo dell’aeroporto di Ciampino che dal 2000 è cresciuto di 4 volte e per l’incremento delle fonti alternative di energia attraverso la riconversione ecologica verso il solare. Ma a queste richieste le istituzioni sembrano non rispondere e quando lo fanno sembrano deridere o mistificare nel migliore dei casi le proposte che vengono dal basso. Questo succede a tutti i livelli, da quello cittadino a quello nazionale, non ultimo l’approvazione del decreto governativo Sblocca Italia che ritorna a parlare di trivellazioni nel mare Adriatico e ad una ripresa economica che si basa sulle grandi opere e sull’estrazione del petrolio. Ma non solo anche a livello europeo e internazionale la chiusura lo scorso mese del Summit sull’innalzamento del riscaldamento climatico, dopo gli allarmismi di tutta la comunità scientifica e i dati dell’organizzazione sanitaria mondiale , si chiude con scarsi impegni e senza stabilire un adeguato sistema di osservazione e sanzionamento per chi non rispetta gli impegni stabiliti. Confermando quanto già è stato attestato nel tempo: le garanzie per l’ambiente e la salute vengono dopo i profitti e la crescita economica.
Ai cittadini che permanentemente vengono esclusi da queste decisioni non rimane che sperare in una pioggia , ad un bel temporale improvviso oltre a continuare a lavorare alla costruzione di un alternativa possibile.
Ecco i dati riferiti ai Pm10 degli ultimi giorni di Dicembre (limite massimo stabilito a 50)
• Centralina Cinecittà – 21/12/2015 – 75 (peggior dato rilevato a Roma);
• Centralina Cinecittà – 22/12/2015 – 88 (peggior dato rilevato a Roma);
• Centralina Cinecittà – 23/12/2015 – 96 (peggior dato rilevato a Roma);
• Centralina Cinecittà – 24/12/2015 – 92 (peggior dato rilevato a Roma);

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...