Casa delle donne Lucha y Siesta: la Rete Romana Io Decido si è riunita, in vista della manifestazione nazionale del 26 novembre #NonUnaDiMeno – tutte insieme contro la violenza maschile sulle donne.

io-decido“Abbiamo deciso di partire di nuovo da noi, dai nostri corpi, dai nostri desideri e dalla nostra autonomia, sull’onda delle manifestazioni in Spagna che, con la parola d’ordine #yodecido, si oppongono alla riforma restrittiva della legge sull’aborto(…)Vogliamo ripartire dalla libertà di scelta, dalla capacità di decidere sui nostri corpi!
Vogliamo essere libere di scegliere anche sulla maternità, attraverso un welfare che sostenga effettivamente studentesse, precarie, disoccupate, migranti!
Vogliamo sostenere la laicità dello Stato e respingere le politiche europee sui nostri corpi.
Vogliamo che consultori e ospedali vengano rifinanziati e che sia garantito il supporto e l’assistenza a tutte le donne migranti.
Vogliamo autodeterminarci, come donne, lesbiche, trans e queer!
L’ 8 marzo siamo tornat* a far parlare i nostri corpi e i nostri desideri scendendo in piazza in 2000 con un corteo autoconvocato, nel paese delle grandi alleanze che producono solo politiche di austerity e tagli ai servizi, cappe liberticide e fallimentari tentativi di imporre le quote rosa.
Siamo ancora pront* a far parlare di noi!
#io decido tutto l’anno!”

Recita così la sezione “informazioni” della pagina fb della rete romana Io Decido.  Questa presentazione non ha bisogno di spiegazioni, gli intenti sono chiari, gli obbiettivi pure.

Il 1 ottobre presso la Casa delle donne Lucha y Siesta al Quadraro, la Rete Romana Io Decido si è riunita nella  quarta e la quinta sessione tematica del ciclo di approfondimenti che ha attraversato tutto il mese di Settembre, in vista dell’assemblea nazionale prevista per l’ 8 ottobre nella facoltà di psicologia dell’Università La Sapienza e della manifestazione nazionale del 26 novembre #NonUnaDiMeno – tutte insieme contro la violenza maschile sulle donne.

La giornata di sabato scorso si è articolata in una sessione mattutina che ha trattato il tema della” violenza maschile su donne e minori nella legislazione e nella normativa nazionale e locale” ed una sessione pomeridiana incentrata su relazioni violente e percorsi di autonomia (“L’uscita da una relazione violenta e percorsi di autonomia”).

Entrambi gli incontri sono stati momenti di approfondimento e scambio di saperi a cui hanno partecipato professioniste, studiose ed attiviste tra cui: Maria Rosaria Marella (docente ordinaria di Diritto privato dell’ Università di Perugia), Vittoria Tola (responsabile Udi nazionale), Rossella Santi (avvocata), Anna Simone (Dipartimento Facoltà Scienze Politiche Roma 3), Isabella Tozza (Cora Roma Onlus), Simona Giannangeli (avvocata del CAV dell’Aquila), Laura Storti (Ass. Il Cortile-Casa Internazionale Donne) e tante altre. Le tematiche trattate, seppur complicate per i non addetti ai lavori, sono state messe alla portata di tutte per favorire un dibattito ed uno scambio fluido di tutta l’assemblea. La rete si dà appuntamento l’8 ottobre alla facoltà di psicologia dell’università La Sapienza per l’assemblea nazionale. Il percorso che questa rete ha scelto di intraprendere è lungo e faticoso, l’obbiettivo che si vuole raggiungere, la riscrittura del piano nazionale antiviolenza, ambizioso. La tenacia e la preparazione con cui si procede però sono assolutamente all’altezza del compito, si discute tutte insieme, professioniste, studiose ed attiviste, così da condividere i saperi per poter immaginare e costruire qualcosa che non c’è ancora, farlo nel migliore dei modi possibili.  #NonUnaDiMeno né nella pratica né nella costruzione teorica del domani.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...