Apre un nuovo servizio pubblico per la cultura e la formazione nel VII Municipio

inaugurazione-eccoci-2Lunedì 24 Ottobre si è svolta l’inagurazione di un nuovo servizio pubblico dedicato alla cultura e alla formazione sito all’interno della sede del VII Municipio in piazza di Cinecittà 11. All’iniziativa ha partecipato anche l’Assessore alle Politiche della Scuola, Edilizia Scolastica, Cultura, Sport e Politiche Giovanili del VII Municipio Elena De Santis. Il servizio verrà svolto all’ interno dei locali dell’ex Mediateca Rossellini, abbandonati e in disuso a partire dal Novembre 2014 a causa del piano di spending review approvato dall’amministrazione comunale che ha portato le risorse di bilancio delle Biblioteche di Roma,, di cui la Mediateca faceva parte, già fortemente ridotte rispetto al passato, da 21 a circa 19 milioni di Euro. La rete territoriale Cinecittà Bene Comune si è così mobilitata promuovendo manifestazioni e assemblee pubbliche affinché questo servizio importante per il territorio possa essere ripristinato e rimesso in funzione.

La mobilitazione è riuscita a strappare un tavolo di trattativa con l’Assessore alla Cultura del Comune di Roma, il Presidente e la Direttrice dell’Istituzione Biblioteche e l’amministrazione locale. Da quel confronto il Presdente delle Biblioteche di Roma ha deciso di non utilizzare più i locali come un magazzino e li ha ceduti al Municipio. Questo ha poi emanato un bando pubblico per la gestione dei locali in funzione della cultura. Il progetto Eccoci, che si realizzerà appunto all’interno dei locali dell’ex Mediateca Rossellini, è stato ideato dalla Coop. Le Rose Blu, l’ass. Crixus e l’ass. studentesca Link Roma e intende promuovere la partecipazione e l’inclusione sociale tramite la formazione finalizzata alla conoscenza, all’orientamento e all’ ingresso nel mondo del lavoro, proponendosi come centro di erogazione di servizi pubblici socialmente utili per tutta la popolazione del VII Municipio in continuità con la lunga tradizione di collaborazione socio-culturale che data fin dal 1999 con la Mediateca Rossellini e, successivamente, con il Ce.N.T.Ro. (CEntro Nuove Tecnologie ROmano), ufficio dedito alla formazione di base dei cittadini, presente all’interno dell’ I.S.B.C.C. (Istituzione Sistema Biblioteche Centri Culturali) di Roma Capitale.

L’ex Mediateca Rossellini è stata attivata nel 1999/2000. Dotata di due ampie sale, di cui una dedicata alle proiezioni video e l’altra al prestito di video-cassette con 8 postazioni internet, la Mediateca inizia a svolgere corsi di alfabetizzazione informatica attraverso il progetto AIA (Alfabetizzazione Informatica per Adulti) fino al 2006. Durante questi anni il servizio offerto dall’AIA fa letteralmente “scuola” e così vengono create delle mediateche all’interno di tutte le biblioteche del circuito romano. Nel 2006 la Mediteca si trasforma nel Ce.N.T.Ro. (Centro Nuove Tecnologie Romano) e tutto il materiale video in VHS viene trasferito presso la biblioteca Raffaello che divenne così la mediateca più grande della città. La nuova aula didattica ospita così due uffici: quello dell’AIA, con i suoi corsi di formazione sia all’interno dell’istituzione delle Biblioteche di Roma e sia all’esterno nei quartieri periferici della città, e quelo del Laboratorio Didattico, che svolge un’azione di recupero dei materiali informatici. Il Ce.N.T.Ro. porta così all’alfabetizzazione di più di 1000 anziani. Nel 2009 il servizio dell’AIA viene trasormato nel Paics (Programmazione  Alfabetizzazione Informatica Categorie Svantaggiate) e comincia a svolgere corsi di formazione nelle carceri, coi i rifugiati politici, gli anziani e i Rom. Nel 2011 il Paics viene ridimensionato continuando però a svolgere il servizio didattico permanente solamente per il personale interno alle Biblioteche di Roma. Dall’11/11/2014 la sede e i servizi del Ce.NT.Ro sono stati chiusi e l’aule sono state smantellate, “causa cambio destinazione uso in corso” come si legge dal sito internet di Roma Capitale.

Il progetto ECCoCI , è questo il nome del nuovo centro, prevede l’interazione con gli istituiti di formazione presenti nel territorio come l’Università di Tor Vergata e la Biblioteca Comunale Raffaello che garantiranno la qualità dell’offerta formativa e culturale creando sinergie e punti di raccordo per l’intero Municipio. La relazione con il centro di aggregazione per adolescenti “Batti il Tuo Tempo” consentirà il potenziamento delle politiche giovanili attuate dall’amministrazione municipale.
La multifunzionalità nella gestione, attraverso un’aula studio multimediale aperta alla promozione di conferenze e seminari ed un’aula dedicata ai corsi, ai servizi alla cittadinanza e agli esperimenti di coworking, vuole contribuire a dare una risposta ai bisogni di studenti e cittadini in termini di aggregazione ed orientamento, sviluppando allo stesso tempo le capacità richieste per interpretare ed affrontare al meglio i continui cambiamenti della società contemporanea e del mercato del lavoro.
Il progetto propone anche il coinvolgimento della società civile locale che, in forma di associazioni o comitati, vogliano promuovere conferenze, approfondimenti o seminari tematici.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...