Un’Assemblea Pubblica per l’ampliamento e il potenziamento della Biblioteca Comunale Raffaello

ccdOggi, Giovedì 16 Febbraio, si svolgerà un’Assemblea Pubblica alle ore 18 indetta dalla Rete Territoriale Cinecittà Bene Comune presso la Biblioteca Comunale Raffaello di via Tuscolana 1111, a cento metri dal capolinea della Metro A Anagnina fra i quartieri di Osteria del Curato e di Cinecittà Est. L’incontro sarà un momento di riflessione collettiva per formulare delle proposte concrete volte all’ampliamento e potenziomanto dei servizi culturali erogati dalla Biblioteca. Sono state inviati a partecipare utenti, studenti, lavoratori, associazioni e comitati del VII Municipio. All’incontro saranno presenti l’Assessore municipale alla Cultura Elena De Santis, il Presidente della Commissione capitolina Cultura Elena Guadagno, Annna Andreozzi addetta all’Organizzazione, Programmazione e Gestione delle Biblioteche Roma Sud, Giuseppe Armieto per la Progettazione Sedi, Gestione Ordinaria e Straordinaria, Interventi per la Sicurezza dell’Istituzione delle Biblioteche di Roma.

Di seguito riportiamo l’appello diffuso della Rete Territoriale Cinecittà Bene Comune per la partecipazione all’assemblea:

Il taglio alle risorse delle biblioteche di Roma Capitale a cui abbiamo assistito negli ultimi anni ci restituisce uno scenario problematico che tende ad aggravare ulteriormente la situazione della cultura nella città di Roma a cui, anche a livello municipale, sono destinate pochissime risorse. Il blocco delle assunzioni, il taglio del salario accessorio, la forte riduzione delle risorse a disposizione per la spesa ordinaria, la mancanza di un’efficace internalizzazione e valorizzazione dell’Istituzione sono tutte problematiche che hanno depotenziato la funzione delle biblioteche comunali che rappresentano da ormai 30 anni dei presidi culturali e democratici per l’intera città.
Abitato da più di 300 mila cittadini, nel VII Municipio sono presenti soltanto 3 biblioteche comunali: la Nelson Mandelal, la Raffaello e la Casa dei Bimbi.
La Biblioteca Comunale Raffaello, situata in via Tuscolana 1111 a 100 metri dal capolinea della metro A Anagnina fra il quartiere di Osteria del Curato e quello di Cinecittà Est, rappresenta da anni un punto nevralgico per l’accesso pubblico alla cultura. Gli utenti che frequentano la struttura provengono non solo dai quartieri di Don Bosco, Appio Claudio, Quadraro ed Arco di Travertino ma soprattutto dai quartieri che si trovano al di fuori del grande raccordo anulare come Morena, Gregna di Sant’Andrea, Vermicino, Capannelle, Tor Vergata, oltre alla vicinanza con gli istituti superiori dell’Hertz e del Lombardo Radice e l’Università di Tor Vergata.
Sono anni però che gli utenti chiedono con forza l’ampliamento ed il potenziamento dei servizi erogati dalla biblioteca. La struttura infatti è sottoutilizzata per la mancanza di una scala di emergenza per il piano superiore che, anche se completamente attrezzato, non può essere per questo motivo aperto al pubblico. Ciò vorrebbe dire raddoppiare l’offerta culturale ed i servizi, come i progetti del servizio civile e dell’alternanza scuola-lavoro con gli istituti del territorio, il Bibliobus, il Ce.n.t.ro(centro nuove tecnologie romano), portando la Biblioteca Raffaello ad essere una fra le più grandi biblioteche romane.
Un’altra parte della struttura, che prima ospitava la casa del custode, potrebbe essere riqualificata e riconsegnata alla biblioteca in funzione dell’ampliamento dei servizi multimediali e la creazione di un punto ristoro, come per altro già previsto da una determinazione dirigenziale dell’Istituzione delle Biblioteche di Roma che riconosce l’importanza dell’opera e prevede che debbano essere stanziate delle risorse per la realizzazione dei lavori.
Infine, adiacente alla biblioteca, c’è una palestra completamente ristrutturata con fondi pubblici ma inutilizzata da anni. Attualmente sull’immobile c’è un sequestro giudiziario che se fosse rimosso consentirebbe di restituire ai cittadini-utenti della biblioteca uno struttura pubblica che può essere utilizzata come aula studio (la biblioteca attualmente ha solo 30 posti, insufficenti per l’alta affluenza e richiesta di questo servizio da parte dei giovani studenti) e spazio polifunzionale per i dibattiti, seminari, convegni, presentazioni di libri, proiezioni, realizzazione di eventi con artisti, registi e scrittori.
Giovedì 16 Febbario alle ore 18 presso la Biblioteca Raffaello ci sarà un’assemblea pubblica a cui sono invitati utenti, studenti, lavoratori, associazioni e comitati, forze sindacali, politiche ed istituzionali del territorio e della città per provare a capire insieme come ampliare e potenziare la Biblioteca Raffaello in funzione della diffusione della cultura nel nostro territorio.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...