Regione Lazio e Policlinico Tor Vergata chiudono l’ambulatorio di strada Medicina Solidale

Per la Regione Lazio manca l’autorizzazione per svolgere le attività sanitarie “secondo quanto prevede la legge regionale 4 del 2003” e poco importa se per 13 anni l’ambulatroio di strada di Medicina Solidale è stato un’ancora di salvezza per oltre centomila invisibili di cui il 70% italiani oltre a prestare aiuto a immigrati, senzatetto, a bambini (1200 all’anno) e agli anziani indigenti .

Il servizio di Medicina Solidale di via Aspertini a Tor Bella Monaca, è un’unità operativa semplice del Policlinico Tor Vergata inserito nell’atto aziendale dal 2008 che offre gratuitamente un servizio di assistenza medica di base, di pediatria e ostetricia di base, di medicina interna, diabetologia e cardiologia. A giugno la Regione Lazio e l’Ateneo di Tor Vergata hanno siglato un nuovo protocollo di intesa volto a normare per i prossimi anni le attività del policlinico – spiega Russo insieme alla presidente della onlus Lucia Ercoli in una nota sul Fatto Quotidiano – protocollo nel quale non vi è minimamente traccia di rapporti con il territorio di Roma est, né è citata la realtà pluriennale di Medicina Solidale a Tor Bella Monaca, mentre larga parte delle convenzioni sono dedicate a strutture sanitarie, anche private, di Roma Nord ”. Così un servizio di filtro territoriale previsto dal sistema sanitario pubblico per snellire e rendere efficace l’accesso alla sanità chiude per rispondere a quanto si prospetta per il futuro del Policlinico Tor Vergata. Infatti la nuova Fondazione del PTV che dirigge l’ospedale, ritornata pubblica e sotto il controllo della Regione Lazio, ora si sta prodigando in una costante attività di esternalizzazione ai privati del servizio sanitario, in vista della trasformazione, fortemente auspicata, del Policlinico in Istituto di Ricerca Specializzato sotto il finanziamento e il controllo del Ministero della Salute. Questo passaggio di gestione favorirà la ricerca, a discapito dell’errogazione dei servizi, ridimensionando il presidio sanitario più importante del quadrante di Roma est. Va ricordato che il Policlinico Tor Vergata è riferimento ogni anno per decine di migliaia di utenti, residenti del VII Municipio e prevede l’unico pronto soccorso pubblico della zona. Rilanciare il ruolo della ricerca è un concetto condiviso da tutti ma la preoccupazione per lo smantellamento di un servizio importantissimo per la popolazione che potrebbe rimanere esclusa dell’accesso alla sanità e potrebbe così essere costretta a rivolgersi unicamente a strutture private, aumenta con il passare del tempo. Lo stato e le istituzioni locali dovrebbero garantire la salute come un diritto e non come un’attività per produrre profitti e incentivare gli introiti dei privati. Il caso più evidente è il costante “indirizzamento” al vicino Policlinico Casilino per i casi di natalità, nonostante il Policlinico Tor Vergata sia dotato di una sala parto attrezzata ma rimasta da sempre chiusa e inutilizzata. Già in questo caso, gli utenti vengono dirottati al reparto maternità del Policlinico Casilino da poco completamente gestito da privati e fino a poco fa convenzionato con i fondi pubblici. Il rischio è che anche per altri servizi avvenga lo stesso e che addirittura il pronto soccorso del PTV diventi un grande reparto di smistamento verso altre strutture sanitarie e verso i privati. E’ quello che sta accadendo agli utenti dell’ambulatorio di Medicina Solidale dopo la sua chiusura, solo che questi utenti non avranno le possibilità economiche per trovare e ricevere le cure necessarie, viste le loro condizioni di persone svantaggiate e ai margini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...