CINECITTA’ EST: presidio dei cittadini per manifestare contro i disagi creati dal Carrefour di viale Ciamarra

L’amministrazione municipale partecipa al presidio ma due giorni dopo latita l’incontro lasciando i cittadini da soli di fronte a un problema che potrebbe essere risolto.

Ancora una protesta dei cittadini contro il Carrefour di viale Ciamarra, nel quartiere di Cinecittà Est. I cittadini sono ormai 4 anni che segnalano attraverso esposti, reclami, assemblee pubbliche, manifestazioni e richieste di incontro con le istituzioni le problematiche e i disagi creati dall’attività 24 ore su 24 del supermercato, incompatibile con la vita di un condominio che conta più di 120 nuclei familiari.

Sabato 15 settembre alle ore 11 si è svolta l’ennesima assemblea pubblica in viale Ciamarra indetta dai cittadini e dai condomini e sostenuta dalla Rete Cinest e da Cinecittà Bene Comune.

Negli interventi che si sono succeduti i cittadini hanno ribadito le loro richieste ovvero l’abolizione dell’orario 24 H sotto le abitazioni; il ripristino della sicurezza stradale e dei pedoni con il divieto allo scarico merci in viale Ciamarra e in via Gentile; l’impegno delle autorità competenti a trovare una soluzione interna al supermercato per il carico e scarico merci.

All’assemblea ha partecipato anche il vice presidente della commissione commercio del VII Municipio Marco Candigliota il quale si è impegnato pubblicamente a fare incontrare i cittadini con la Presidente del Municipio Monica Lozzi.

Il lunedì seguente, però, il consigliere Candigliota non ha mantenuto fede all’impegno. Ha dichiarato che i cittadini forse saranno convocati in seguito.

Si è affermato che la Presidente Lozzi deve prendere prima visione della problematica: la stessa comunicazione che è stata fatta ai cittadini ormai 4 mesi fa, comunicata all’amministratrice del civico 255 che aveva inoltrato la richiesta d’incontro per conto dei condomini. Inoltre, è stato dichiarato che i cittadini non potranno essere incontrati prima che l’ufficio tecnico della polizia locale termini la valutazione per il collocamento dell’area di scarico merci del supermercato riconfermando così la ricollocazione dell’area mentre i cittadini chiedono che il Carrefour scarichi solamente all’interno dei propri magazzini sotterranei, in modo da non recare eccessivo disturbo ai residenti del palazzo con l’impiego di camion piccoli che comporterebbero maggiori spese che l’azienda del Carrefour non vuole sostenere.

Perché i cittadini non sono resi partecipi nella risoluzione di questa problematica che li interessa direttamente? Perché gli amministratori locali hanno dichiarato di aver convocato più volte il direttore del Carrefour per ascoltare le sue esigenze mentre ai cittadini è stato più volte negato un incontro con la Presidente? Perché i vigili urbani dopo 2 anni non hanno ancora risposto all’esposto presentato dai cittadini che individua la violazione di 8 articoli del codice stradale durante le operazioni di carico e scarico merci? Perché la polizia locale si è rifiutata più volte di incontrare i cittadini?

Queste sono le domande che abbiamo raccolto fra i residenti che hanno partecipato all’assemblea e che aspettano ancora una risposta da parte delle istituzioni competenti a partire dalla Presidente del Municipio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...