Archivi categoria: Cultura e Memoria

La Verità – #NonUnaQualsiasiVerità- 19 luglio, ore 18:30 – Largo Appio Claudio

Sono passati 25 anni da quel triste 19 luglio 1992 che segnò l’ennesima profonda ferita nel cuore di ogni cittadino. 25 anni dalla strage di Via d’Amelio, nella quale persero la vita Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta: Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Il 19 luglio, in occasione di questo anniversario, l’associazione Libera decide di scendere in piazza per dimostrare che, a distanza di anni, l’idea di uno Stato legale e solidale, sognato da quei martiri, non è morta in quell’attentato ma cresce e vive ancora in tutti noi. Sarà un’occasione per parlare di luci e ombre di quegli anni, ma con uno sguardo anche al presente, per rilanciare il dibattito e interrogarsi sulla attuale presenza mafiosa a Roma.

Continua a leggere

Annunci

13-16 luglio ritorna il Cinecittà Film Festival

“La salita del Quadraro” sarà presente durante lo svolgimento delle 4 giornate del Cinecittà Film Festival presso il Parco degli Acquedotti. Riporteremo con articoli e video interviste i momenti più interessanti, il parere del pubblico e delle personalità del cinema che parteciperanno all’evento.

Guarda tutto il programma

“E se per una volta ti venisse chiesto di battere il tuo tempo”

Questo slideshow richiede JavaScript.

di Riccardo Porri Baldini E se per una volta ti venisse chiesto di battere il tuo tempo.Non un tempo istituito, non uno spartito da seguire, ma il tuo tempo da cercare. Se ti venisse chiesto di trovare un ritmo diverso da quello dei semafori e delle macchine, diverso da quello della routine e dei doveri prescritti. Se ti venisse chiesto, dalla tua coscienza, di trovare davvero il tuo, di tempo, capiresti l’importanza di Batti il Tuo Tempo e degli spazi come lui. A quattordici anni conoscevo solo marciapiedi e spazi commerciali, nel mio ritaglio di città. Avevo un pugno di amici con cui non mi trovavo più e una timidezza da far paura. Non sono sempre stato così, ma a quell’età ero parecchio triste e scrivevo di quanto la città non mi aiutasse. Mi appariva grigia, morta e alienante, tra quei palazzi soffocanti, le pubblicità odiose e tutte quelle strade uguali. Continua a leggere

FESTA DELLA LIBERAZIONE AL PARCO DEGLI ACQUEDOTTI

Il 25 Aprile si festeggia sotto gli archi del Parco degli Acquedotti

25 aprileCome ogni anno la comunità democratica e antifascista del VII Municipio da appuntamento al Parco degli Acquedotti per festeggiare in allegria la Liberazione e ricordare l’eroico sacrificio dei partigiani, rilanciando i valori e gli ideali della Resistenza. L’iniziativa promossa dalla Rete Cinecittà Bene Comune, prevede un pranzo sociale, l’intervento di artisti di strada e varie attività culturali. Durante la giornata dalle ore 10 alle 18 ci saranno stand informativi in difesa dei beni comuni, del lavoro e della democrazia. L’ingresso è in via Lemonia nei pressi dell’area giochi. L’evento è gratuito e completamente autofinanziato.

“A che gioco giochiamo?” Cultura, aggregazione e divertimento contro il gioco d’azzardo

Domenica 23 Aprile si svolgerà, presso SCuP – Sport e Cultura Popolare in via della Stazione Tuscolana 82, l’iniziativa “A che gioco giochiamo?             Cultura, aggregazione, divertimento contro il gioco d’azzardo”. L’evento è promosso dall’associazione Libera Presidio7 Rita Atria, Scup, Giufà Libreria Caffè, la ComunitAppia,l’associazione ANPI sezione Appio. L’iniziativa è patrocinata dal VII Municipio che, insieme a una rete di associazioni del territorio, ha avviato un percorso che sta portando alla creazione di un Osservatorio permanente sul territorio rispetto al gioco d’azzardo. E’ prevista la presenza di una troupe del TG1 che realizzerà uno speciale sul gioco d’azzardo.

Continua a leggere

Approvata mozione al cosiglio comunale in memoria del rastrellamento del Quadraro

Nell’atto del consiglio capitolino un riconoscimento al parroco del quartiere Don Gioacchino Rey e un impegno per la manutenzione del Parco 17 Aprile al Monte del Grano nel quale è eretto il monumento dedicato al rastrellamento del Quadraro. Nell’immagine la mozione approvata martedì 11 Aprile della consigliera del Movimento 5 Stelle Eleonora Guadagno, prima firmataria dell’atto. Mercoledì 19 Aprile alle ore 10,30 presso Largo dei Quintili si svolgerà il cerimoniale in ricordo del rastrellamento del Quadraro con la deposizione delle corone.

 

Continua a leggere

Q44: una settimana di iniziative per celebrare il 73° anniversario del rastrellamento del Quadraro

“Il rastrellamento del Quadraro fu il più imponente di quelli che Roma subì; non rientrò però nel quadro previsto dalle Forze Armate per procacciarsi mano d’opera. Fu un’operazione diretta della polizia responsabile della sicurezza di Roma, la quale vedeva nel Quadraro il rifugio di tutti gli elementi contrari, degli informatori, dei partigiani, dei comunisti, di tutti coloro che essa combatteva. Il comando della città era dell’opinione, più volte manifestata, che quando qualcuno non riusciva a trovare rifugio o accoglienza in conventi o al Vaticano, si infilava al Quadraro, dove spariva. Voleva finirla una buona volta con quel <>”.

Queste sono le parole dell’allora console generale tedesco a Roma Friedrich Eitel Moellhausen. Il sanatorio “Ramazzini” al Quadraro adibito a rifugio di partigiani, renitenti alla leva e perseguitati; le lunghe grotte sotterranee che collegavano i vari quartieri della zona divenute basi logistiche delle formazioni armate e loro depositi di armi; le continue azioni armate e di sabotaggio in tutto il territorio dell’VIII zona (Quadraro, Torpignattara, Centocelle, Quaricciolo, Borgata Gordiani e Pigneto) sono i motivi alla base della cosiddetta “Operazione Balena“, un’azione funzionale al ripristino del controllo nazi-fascista sul territorio, specie in rapporto all’accessibilità delle vie che collegavano Roma con il fronte sud del conflitto bellico. Il rastrellamento del Quadraro determinò dapprima la cattura di circa 2.000 uomini compresi tra i 15 e i 55 anni e poi la deportazione di 947 persone.

Continua a leggere

Lunedì 20 ore 17 iniziativa contro le Mafie a Largo Spartaco

L’Unione degli Studenti Roma, il presidio “Rita Atria” di Libera VII Municipio, il progetto Eccoci, l’associazione Da Sud e la Rete Territoriale Cinecittà Bene Comune, LINK Roma Coordinamento universitario e Rete della Conoscenza, organizzano una GIORNATA POPOLARE CONTRO LE MAFIE “Cinecittà libera e ribelle” a Largo Spartaco dalle ore 17 del 20 Marzo 2017. Speaker corner, letture, arte, confronto, proiezione all’aperto del film “Lea” su Lea Garofalo testimone di giustizia e vittima della ‘ndrangheta, riempiranno la giornata e costituiranno uno dei 100 passi contro le mafie in avvicinamento al corteo regionale di Ostia del 21 Marzo indetto in occasione della XXII Giornata della memoria e dell’impegno di tutte le vittime innocenti delle mafie “Luoghi di speranza, testimoni di bellezza”, organizzata da Libera Contro le Mafie. Alle ore 21 ci sarà della musica e una cena sociale.

Pensieri e Parole: i giornali studenteschi a confronto

pensieriMartedì 21 Febbraio si è svolta un’iniziativa pubblica intitolata: “Pensieri e Parole: i giornali studenteschi a confronto”. L’incontro, molto partecipato, è stato promosso dal Centro Giovanile Batti il Tuo Tempo e dal Progetto Eccoci, nei locali di Piazza di Cinecittà 11 all’interno della struttura del VII Municipio. Hanno partecipato alla discussione le redazioni di alcuni giornali studenteschi, attivi da due anni nella città di Roma, raccontando la loro esperienza, gli argomenti trattati dalle loro produzioni, progettualità ed obiettivi editoriali. Sono intervenuti in particolare i ragazzi e le ragazze della redazione dell’Urlo di Teresa, il giornale attivo nel Liceo Scientifico Gullace nell’ambito del progetto Alternanza Scuola-Lavoro con il contributo della Salita del Quadraro, accompagnati dai loro docenti fra cui la Prof.ssa Camilli, la Prof.ssa Tresciuzzi, la Prof.ssa Conti e la Prof.ssa Ferri.

Continua a leggere

Un’Assemblea Pubblica per l’ampliamento e il potenziamento della Biblioteca Comunale Raffaello

ccdOggi, Giovedì 16 Febbraio, si svolgerà un’Assemblea Pubblica alle ore 18 indetta dalla Rete Territoriale Cinecittà Bene Comune presso la Biblioteca Comunale Raffaello di via Tuscolana 1111, a cento metri dal capolinea della Metro A Anagnina fra i quartieri di Osteria del Curato e di Cinecittà Est. L’incontro sarà un momento di riflessione collettiva per formulare delle proposte concrete volte all’ampliamento e potenziomanto dei servizi culturali erogati dalla Biblioteca. Sono state inviati a partecipare utenti, studenti, lavoratori, associazioni e comitati del VII Municipio. All’incontro saranno presenti l’Assessore municipale alla Cultura Elena De Santis, il Presidente della Commissione capitolina Cultura Elena Guadagno, Annna Andreozzi addetta all’Organizzazione, Programmazione e Gestione delle Biblioteche Roma Sud, Giuseppe Armieto per la Progettazione Sedi, Gestione Ordinaria e Straordinaria, Interventi per la Sicurezza dell’Istituzione delle Biblioteche di Roma.

Continua a leggere

CINEMA”Castro” un film documentario sugli occupanti di un palazzo nel quartiere San Giovanni

locandina_def_09-11-16Il palazzo di Castrense noto per essere una delle occupazioni abitative simbolo della lotta per il diritto all’abitare di Roma, torna anche dopo lo sgombero avvenuto nel 2015, a far parlare di sé con un film documentario pluripremiato al Festival dei Popoli di Firenze. “Castro”, scritto da Giulia Moriggi e diretto da Paolo Civati, ci fa conoscere con grande poetica le storie di riscatto di chi vive in emergenza abitativa e ha scelto di occupare una palazzina abbandonata in alternativa alla strada. Il film, presentato a Roma alla Casa del Cinema, all’apertura di Doc/It “il Mese del documentario” è ritornato in sala il 14 febbraio, sorprende perchè senza pretese di giudizio e contaminazioni, ci mostra chi sono realmente gli occupanti di case direttamente dalle parole di alcuni abitanti del palazzo di viale Castrense, ripresi per un periodo di tempo prolungato di circa un anno e mezzo. Continua a leggere

5° CONCORSO LETTERARIO ROBERTO SCIALABBA La memoria diventa fertile.

6a936-robertoscialabba42e

Foto: Roberto Scialabba

“…Gridate a voce alta chi siete

in ogni parola e in ogni atto.

Sì, diventate quello che siete.

Non potete schivare il vostro essere

o la vostra responsabilità…”

Questo è un verso di una poesia di Leonard Peltier, poesia che introduce il bando per partecipare al Concorso Letterario Roberto Scialabba, arrivato quest’anno alla sua quinta edizione. Continua a leggere