Archivi categoria: Lavoro & Welfare

CHIUDE IL CINEMA MAESTOSO SULL’APPIA – annunciati 9 licenziamenti

I sindacati si mobilitano contro i licenziamenti e la chiusura di un’altro cinema

Il 27 Aprile sera, la società Circuito Cinema ha informato le segreterie regionali di SLC CGIL , FISTEL CISL, UILCOM UIL, che il 3 giugno 2018 il cinema Maestoso cesserà le attività e verranno riconsegnati i locali alla proprietà. La Società ha altresì annunciato l’apertura della procedura (L223/91) per licenziamenti collettivi di 9 lavoratori. Continua a leggere

Annunci

VIA TUSCOLANA Azione artistica per denunciare l’aumento della povertà nel quartiere

Il collettivo di street  Photography Marciapiedi ha proiettato sulle pareti dei palazzi della via dello shopping ritratti di residenti del quartiere colpiti dalla povertà. VEDI VIDEO

Il 22 Dicembre scorso il collettivo di fotografi Marciapiedi ha proiettato sulle pareti dei palazzi di via Tuscolana immagini di fotografie che erano state scattate nei giorni scorsi ad alcuni residenti del quartiere Tuscolano che hanno subito l’impoverimento negli ultimi 10 anni , da quando la crisi economica è scoppiata. Le Donne e gli anziani tra i più colpiti, da chi ha perso il lavoro e non riesce a ricollocarsi, a chi va avanti con lavoretti e contratti precari, tutti hanno il problema della casa e dell’affitto che non riescono più a pagare. In aumento da quanto riportato dai foto-attivisti di Marciapiedi anche le persone che dormono per strada. Le foto ritraggono principalmente volti segnati dalle fatiche e dall’incertezza di chi ha visto il lavoro diventare irraggiungibile. Facce stanche di chi vive nella precarietà e deve sopportare ingiustizie e sfruttamento per sopravvivere. Continua a leggere

COMUNICATO della Casa delle Donne LUCHA Y SIESTA

LUCHA LIBERA TUTTE di Lucha y Siesta 11-12-2017
La casa delle donne Lucha y Siesta, attiva da quasi 10 anni nel contrasto alla violenza sulle donne, rischia di chiudere perché il proprietario ATAC Spa, in crisi finanziaria, vuole vendere lo stabile. Abbiamo ricevuto diversi segnali di accelerazione del procedimento di dismissione e non intendiamo essere le macerie di un’operazione che minaccia il valore sociale di una storia decennale per sanare anni di scandali e mala gestione economica. Continua a leggere

CINECITTA’ Dopo la ri-pubblicizzazione degli Studios al vaglio il nuovo piano presentanto dal ministro alla cultura Dario Franceschini

I lavoratori delle RSU degli studios sono in attesa di riuscire a vedere qualcosa di concreto rispetto al nuovo piano di sviluppo.

Il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini il 5 settembre scorso ha presentato al Festival del Cinema di Venezia, durante i festeggiamenti per gli 80 anni di Cinecittà, il nuovo piano per rilanciare gli Studios di via Tuscolana. Dopo la ripubblicizzazione degli stabilimenti cinematografici, tornati sotto l’amministrazione pubblica dell’Istituto Luce, il ministero ha lanciato nuove idee e raccolto le proposte in grande parte emerse durante la lunga e dura vertenza dei lavoratori di Cinecittà Studios che ccuparono per 84 giorni il tetto degli stabilimenti. Continua a leggere

Sabato 14 Ottobre manifestazione a piazza Don Bosco contro la povertà e le diseguaglianze

Sabato 14 ottobre si svolgerà l’evento pubblico «AD ALTA VOCE – Contro la povertà e le disuguaglianze» promosso dalla Rete dei Numeri Pari che unisce centinaia di realtà in tutta Italia impegnate contro la povertà. La manifestazione si svolgerà contemporaneamente in molte città e a Roma sarà la piazza di San Giovanni Bosco ad ospitarla.

L’evento nasce, come si legge nel comunicato degli organizzatori, perchè “solo grazie alla mobilitazione dal basso costruita dai cittadini e dalle realtà sociali impegnate contro la povertà e le mafie, per l’accoglienza, i diritti sociali, la casa, sarà possibile invertire la rotta e rimettere al centro l’impegno per la giustizia sociale”.

Continua a leggere

ANAGNINA Licenziati da un’email, in piazza i lavoratori della Ericsson

Venerdì 21 luglio un email inviata dall’azienda licenziava i lavoratori della Ericsson. Il 24 luglio si è svolto un presido davanti alla sede di via Tuscolana, nei prossimi giorni si prospettano altre mobilitazioni. Di seguito pubblichiamo il comunicato delle RSU Ericsson di Anagnina

Nel pomeriggio sera di venerdì 21 luglio, Ericsson ha cominciato a far circolare la voce che nella stessa serata avrebbe inviato le lettere di licenziamento a dei nostri colleghi, e così è stato. Abbiamo notizia che sono 182 le lettere di licenziamento inviate che per dichiarazione aziendale sono solo un acconto parziale delle intenzioni di Ericsson. Continua a leggere

Regione Lazio e Policlinico Tor Vergata chiudono l’ambulatorio di strada Medicina Solidale

Per la Regione Lazio manca l’autorizzazione per svolgere le attività sanitarie “secondo quanto prevede la legge regionale 4 del 2003” e poco importa se per 13 anni l’ambulatroio di strada di Medicina Solidale è stato un’ancora di salvezza per oltre centomila invisibili di cui il 70% italiani oltre a prestare aiuto a immigrati, senzatetto, a bambini (1200 all’anno) e agli anziani indigenti . Continua a leggere

Ippodromo Capannelle, aperta procedura licenziamento per 19 lavoratori

capannelleLo denuncia la Slc Cgil  “La società Hippogroup Roma Capannelle Spa, titolare della licenza di concessione dell’ippodromo di Capannelle, ha aperto una nuova procedura di licenziamento collettivo per 19 lavoratori su un totale di 40. Ha, inoltre richiesto al ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali la riduzione di circa un 20-30% delle giornate di corsa e la rinuncia ai tre restanti convegni di trotto di giugno, compreso quello tradizionale del 29 giugno denominato GP Triossi e Carena”. Così, in una nota, la Slc Cgil di Roma e del Lazio e la Slc Cgil Roma Sud Pomezia Castelli. Continua a leggere

La Cgil a Piazza Don Bosco per la “Carta dei Diritti Universali del Lavoro”

Sabato 6 Maggio si è svolta a Piazza Don Bosco una manifestazione molto partecipata indetta dal sindacato Cgil-Confederazione Generale Italiana del Lavoro. Dopo la raccolta di più di 4 milioni e mezzo di firme promossa dalla Cgil, il Governo, per evitare il referendum previsto il 28 Maggio, è stato costretto a cancellare tramite un decreto tre articoli del Jobs Act (il 48, 49 e 50) che avevano recepito la normativa precedente sui buoni lavoro (Voucher) e ha inoltre soppresso le norme che avevano abolito la responsabilità solidale tra committente e appaltatore nei confronti dei lavoratori. La manifestazione nazionale, oltre a salutare con soddisfazione tale risultato, che evidenzia chiaramente il fallimento del Jobs Act, come testimoniato dagli ultimi dati Istat che hanno rilevato

Continua a leggere

Cinecittà Studios: lavoratori in presidio due giorni davanti al Ministero

La mobilitazione è stata lanciata per capire quale sia il futuro degli storici studi cinematografici, Martedì 21 Marzo dalle ore 9 alle 19 e Mercoledì 22 dalle 14 alle 20.

Le maestranze di Cinecittà, riunite in assemblea sindacale martedì 14 Marzo, hanno deciso di promuovere due giorni di mobilitazione davanti alla sede del Ministero della Cultura, il Mibact, in via del Colleggio Romano, nelle giornate di Martedì 21 Marzo dalle ore 9 alle 19 e Mercoledì 22 dalle 14 alle 20. Dopo le dimissioni di Luigi Abete dalla carica di Direttore della Italia Entertainment Group, la Holding che controlla la Cinecittà Studios Spa e vede al suo interno la partecipazione di Della Valle (al 34,69%) e De Laurentiis (al 24,06%), si è aperta una fase di trasizione in cui le trattative prevedono che l’Istituto Luce – oggi socio di minoranza con il 19,92% del capitale – prenda il controllo di Cinecittà Studios Spa e di conseguenza, poiché l’Istituto Luce ha nel Ministero dell’Economia il suo unico proprietario, si potrebbe prospettare il ritorno ad una gestione pubblica del sito, come auspicato dai lavoratori.

Continua a leggere

Cinecittà Studios: approvata una risoluzione dal Consiglio Municipale per la tutela degli stabilimenti, dei lavoratori e delle attività cinematografiche

consiglio-2Giovedì 12 Gennaio è stata approvata dal Consiglio Municipale una risoluzione  per il rilancio e in difesa degli studi cinematografici di Cinecittà. La risoluzione presentata dal consigliere Andrea Guido Roy e votata all’unanimità da tutto il consiglio del VII Municipio, rappresenta una forte presa di posizione da parte dell’istituzione locale per contrastare i continui processi di cementificazione, per ribadire l’importanza e la centralità delle attività cinematografiche e per fermare le costanti minaccie di licenziamento dei lavoratori di Cinecittà.

Continua a leggere

CINECITTA’ STUDIOS Luigi Abete lascia la direzione degli Studios

Cambio di poltrone ai vertici di Italia Entertainment Group, che controlla gli stabilimenti di Cinecittà

MASSIMO BARSOUM AGENZIA TOIATI INCENDIO NELLO STUDIO 5 DI CINECITTA'Pochi giorni fa il consiglio di amministrazione di Italia Entertainment Group, che controlla gli studios di Cinecittà, ha ricevuto le dimissioni del presidente Luigi Abete. Queste dimissioni si possono attribuire alla sua conclamata e ripetuta incapacità di gestire gli Studios e al suo conseguente indebitamento con il ministero della cultura (MIBACT). Al suo posto subentrerà Roberto Bosi, attuale consigliere di Cinecittà Village, presidente di Cinecittà World. Luigi Abete continuerà a lavorare in veste di consigliere e membro del comitato esecutivo. Continua a leggere